BLOG

Linguaglossa: tra fuoco e neve

Comune di Linguaglossa

Linguaglossa è una ridente cittadina situata proprio alle pendici dell’Etna, in corrispondenza del versante Nord - Est del vulcano.

Indicare l’anno di fondazione del paese diviene difficile. Ciò che si sa con certezza è che il territorio su cui oggi sorge Linguaglossa era conosciuto fin dai tempi della Magna Grecia. Ideale porta di accesso al bosco Ragabo, Linguaglossa ha da sempre goduto della propria posizione geografica e della ricchezza di legname del proprio territorio. Sulla base dei documenti ad oggi pervenuti, Linguaglossa è citata solo a partire dal 1145.

Una storia antica che lascia delle ombre anche riguardo l’origine del nome. Prima del ‘700 il paese era conosciuto come “Lingua Grossa”. Il nome è legato a diverse storie narrate da nostri avi. Alcuni pensavano che l’origine del nome fosse dovuta alla costruzione delle prime abitazioni su una grossa lingua di lava, altri raccontavano la leggenda di un uomo rozzo che aveva da ridire su tutti, Mastro Lingua ‘Rossa, gestore di un fondaco dove si fermavano i viaggiatori e i mercanti.

Oggi il paese si presenta ricco di curiosità storiche e artistiche. Dalle chiese ai murales sparsi per l’intero centro storico, fino alle viuzze dell’antico quartiere di Sant’Egidio ricche di fascino. Ma il vero fiore all’occhiello resta ovviamente l’Etna, la quale, offre ai tantissimi visitatori spettacolari paesaggi ogni mese dell’anno.

Etna Nord Linguaglossa
© Vincenzo Greco - Guida Vulcanologica

Dal rosso del magma al nero dei paesaggi lunari, dal bianco della neve fino ai mille colori cangianti del bosco Ragabo. L’Etna non smette mai di stupire. Piano Provenzana rappresenta il punto di partenza per chi volesse godere di indimenticabili escursioni in cima al vulcano e fantastiche sciate. La stazione turistica, che aveva fatto conoscere Linguaglossa in tutto il mondo, è stata stravolta dall’eruzione del 2002. La lava distrusse ogni cosa, compreso l’albergo - ristorante “La Provenzana”, la prima struttura ricettiva presente ad Etna Nord la quale diede il nome all’intera area.

Anche dalle ceneri di quell’esperienza ristorativa, nasce Nica Nuci.

Cosa offre l’enograstronomia

Salsiccia al Ceppo Linguaglossa
© Egidio Ferraro - alternativetna.com

Tra i prodotti tipici linguaglossesi più conosciuti troviamo sicuramente la salsiccia al ceppo. La particolarità sta nella lavorazione, interamente effettuata su un ceppo di quercia. Per questa prelibatezza viene utilizzata la carne di maiale insaporita, tradizionalmente, dal sale, dal pepe e dal finocchietto selvatico. L’intero composto viene poi insaccato all’interno di un budello, suddiviso in “nodi” attraverso l’utilizzo di apposito spago da cucina e fatto poi riposare. La tradizione vuole che la salsiccia al ceppo venga cotta sulla brace e accompagnata dalla “caulicedda”, verdura tipica della zona.

Il territorio, per natura fertilizzato dalle sabbie dell’Etna, è fin dai tempi antichi sfruttato al fine di creare ottimi vini doc e per la coltivazione di nocciole, materia prima indispensabile per tipici prodotti dolciari.

Scopri i murales di Linguaglossa su www.intrartlinguaglossa.it